Favola di Venezia, Hugo Pratt

Un maltese tra le calli

Lontano dai cliché della città per turisti, Corto Maltese ci trascina nel cuore di una Venezia segreta, in un fumetto dove l’aria di avventura si mescola ai misteri dell’esoterismo.

di Christophe Quillien

Sceneggiatura di Jean Van Hamme – disegni di William Vance. © Copyright degli autori © Copyright Dargaud Benelux (Dargaud-Lombard S.A.) 2016. Versione in lingua italiana di editoriale Aurea Srl

A Venezia, in questo inizio degli Anni 20, tutto è ancora possibile. Si può incrociare il poeta Gabriele D’Annunzio impegnato in una passeggiata notturna. Fare brutti incontri e trovarsi faccia a faccia con una squadraccia fascista. Scoprire donne meravigliose, come Louise Brookszowyc, ispirata all’attrice del cinema muto Louise Brooks. O pericolose, come Hipazia, convinta di essere la reincarnazione della filosofa neoplatonica. Veder uscire un genio da una bottiglia e meditare di fronte a un leone di pietra dell’Arsenale. Si può anche precipitare da un lucernario e atterrare tra i membri di una loggia massonica riuniti. Tutte cose che accadono a Corto Maltese in Favola di Venezia. Quando uno dei massoni gli domanda come sia finito lì, lui risponde: «Cado spesso un poco dalle nuvole». La tipica risposta alla Corto, arguta e sfacciata.

”More”

2018-01-24T10:51:31+00:00luglio 31st, 2017|