Il gioco – Milo Manara

Le trasgressioni di una puritana

Molto prima di raccontare da par suo l’avventurosa vita del pittore Caravaggio nel volume apparso nell’aprile dello scorso anno, Milo Manara ha pubblicato Il gioco, un racconto in quattro episodi che ha fatto la storia del fumetto erotico. Che cosa accadrebbe se una donna per bene si trovasse, suo malgrado, a confrontarsi con la totale mancanza di freni inibitori The Good Life vi regala le prime nove tavole…

di Christophe Quillien

Il gioco, Milo Manara (sceneggiatura e disegni), Edizioni Panini Comics

Diciamo le cose come stanno: Claudia Cristiani è una creatura lasciva, senza ritegno, che si esibisce in pubblico nelle posizioni più oscene e provoca ogni uomo che incrocia. Va subito chiarito, però, che lei non c’entra nulla. La colpa è di una misteriosa scatoletta collegata a un sensore impiantatole a sua insaputa nel cervello da un medico tanto ripugnante quanto perverso, il dottor Fez, che ottiene così il potere di attivare il diabolico congegno controllando, a suo piacere, i freni inibitori della malcapitata vittima.
Nelle prime pagine de Il gioco, nulla lascia intravedere il baratro di depravazione in cui la povera Claudia precipiterà suo malgrado. Cresciuta nell’alta società, sposata a un avvocato più anziano di lei, questa stupenda donna non si rende conto della sua sensualità. Manifesta un pudore estremo, che improvvisamente lascia spazio alla voluttà più spinta per poi farla ripiombare in uno stato di profonda vergogna e senso di colpa.

”More”

2018-01-24T10:56:25+00:00luglio 31st, 2017|